Incipit, 2005


Incipit, 2005

Happening at the opening of Public Library in Monfalcone (I)

 

La performance Incipit nasce per dare voce all’anima della biblioteca, i libri, per liberarne l’essenza e renderli protagonisti attivi dello spazio. L’elemento dominante in questa azione è l’energia silenziosa e compressa degli oggetti che quotidianamente ci circondano.
Normalmente, infatti, siamo abituati a pensare ai volumi che riempiono gli scaffali di biblioteche e librerie come a presenze mute, inerti, che noi scegliamo in base ai nostri gusti, alle nostre necessità e alla nostra curiosità. In realtà i libri hanno un’energia propria, trattenuta all’interno delle loro pagine, che vibra tra le righe e che soprattutto trascende il loro contenuto. Si tratta di un’energia inespressa, racchiusa nella loro apparente passività di oggetti e pronta a manifestarsi soltanto tra le mani e nei pensieri dei lettori più sensibili. L’intento della performance è quello di far esplodere questa energia, ponendosi come detonatore in grado di liberarla e darle voce. Per tutta la durata dell’inaugurazione i libri saranno protagonisti attivi ed assoluti della scena, avvicinandosi alle persone che interverranno e scegliendo essi stessi i loro destinatari. Prendendo in prestito la voce di una quindicina di attori, i libri ‘si leggeranno’ al pubblico, singolarmente, in maniera intima, sussurrando appena le loro parole e insinuandosi come pensieri silenziosi.

La variegata bibliografia che segue è stata raccolta tra gli amici dell’artista: professori, scrittori, musicisti, artisti, fotografi, critici d’arte, ingegneri, bancari e traslocatori, tutti comunque appassionati lettori. Per questa gentile consulenza bibliografica si ringraziano in particolare Matteo Bugliaro, Chiara Canton, Laura Carcano, Tatiana Carelli, Maria Grazia Ciani, Christian Contin, Gabriele D’Agaro, Alessia Facco, Lara Facco, Adriana Fregonese, Massimo Khairallah, Fabiola Naldi, Emilio Pianezzola, Paolo Valenti ed i ragazzi del Laboratorio Fare Teatro, diretto da Luisa Vermiglio, che hanno aggiunto un testo alla lista da loro interpretata.

Jorge Amado, Teresa Batista stanca di guerra
Max Aub, Delitti esemplari
Giorgio Bassani, Il giardino dei Finzi Contini
Michail Bulgakov, Il maestro e Margherita
Dino Campana, Canti Orfici
Lewis Carrol, Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie
Antonio De Curtis, ‘A livella
Fjodor Dostojevskij, I Demoni
Umberto Eco, Il nome della rosa
Gabriel Garcìa Marquez, Cent’anni di solitudine
J. Wolfgang Goethe, Le affinità elettive
Franz Kafka, Il processo
Nikos Kazantzakis, Zorba il greco
Hanif Kuneishi, Il budda delle periferie
Giacomo Leopardi, Canti
Eugenio Montale, Tutte le poesie
George Orwell, 1984
Chuk Palahniuk, Fight Club
Cesare Pavese, La luna e i falò
Fernando Pessoa, Faust
Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal
Marcel Proust, La strada di Swann
J.D. Salinger, Il giovane Holden
Jean-Paul Sartre, La nausea
Marcel Schwob, Vite immaginarie
Winfrid Georg Sebald, Austerlitz
William Shakespeare, Giulietta e Romeo
Georges Simenon, L’uomo che guardava passare i treni
Italo Svevo, La coscienza di Zeno
Virginia Woolf, Gita al Faro
Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano

 

The performance was created to give voice to the soul of the library, the books, to free their essence and make them active players in space. In this action the dominant element is the energy of the compressed and silent objects that surround us every day.
Normally we are used to thinking of books that fill the shelves of libraries and bookstores as mute and inert presence, which we choose according to our tastes, our needs and our curiosity. In reality the books have their own energy, retained in their pages, which vibrates between the lines and that transcends their particular content. This is unexpressed energy, enclosed in their apparent passivity of objects and ready to manifest itself only in the hands and minds of the most sensitive readers. The intent of the performance is to blow up this energy, acting as a trigger that can release it and give it voice. Throughout the opening  books will be active and absolute protagonists of the stage, approaching people and choosing their own audience. Borrowing the voices of fifteen actors, books will read themselves to the public, individually, in an intimate way, just whispering their words and insinuating as silent thoughts.

The following bibliography has been collected among the friends of the artist: professors, writers, musicians, artists, photographers, art critics, engineers, bankers and movers, all passionate readers. For this kind bibliographical advice we would like to thank Matteo Bugliaro, Chiara Canton, Laura Carcano, Tatiana Carelli, Maria Grazia Ciani, Christian Contin, Gabriele D’Agaro, Alessia Facco, Lara Facco, Adriana Fregonese, Massimo Khairallah, Fabiola Naldi, Emilio Pianezzola, Paolo Valenti and the actors of “Laboratorio Fare Teatro” directed by Luisa Vermiglio, which added a text to the list they interpreted.

Jorge Amado, Teresa Batista Cansada da Guerra
Max Aub, Crimenes ejemplares
Giorgio Bassani, Il giardino dei Finzi Contini
Michail Bulgakov, Master i Margarita
Dino Campana, Canti Orfici
Lewis Carrol, Alice in Wonderland
Antonio De Curtis, ‘A livella
Fjodor Dostojevskij, Besy
Umberto Eco, Il nome della rosa
Gabriel Garcìa Marquez, Cien años de soledad
J. Wolfgang Goethe, Die Wahlverwandtschaften
Franz Kafka, Der Prozess
Nikos Kazantzakis, Vìos ke Politìa tu Alèxi Zorbà
Hanif Kuneishi, Buddha of Suburbia
Giacomo Leopardi, Canti
Eugenio Montale, Tutte le poesie
George Orwell, 1984
Chuk Palahniuk, Fight Club
Cesare Pavese, La luna e i falò
Fernando Pessoa, Faust
Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal
Marcel Proust, Du côté de chez Swann
J.D. Salinger, The Catcher in the Rye
Jean-Paul Sartre, La nausée
Marcel Schwob, Vies imaginaires
Winfrid Georg Sebald, Austerlitz
William Shakespeare, The Most Excellent and Lamentable Tragedy of Romeo and Juliet
Georges Simenon, L’Homme qui regardait passer les trains
Italo Svevo, La coscienza di Zeno
Virginia Woolf, To the lighthouse
Marguerite Yourcenar, Mémoires d’Hadrien

0 Comments

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.